I ristoranti storici di Dubai

joshi restaurantI ristoranti di Dubai sono talmente numerosi – e ne aprono di nuovi quasi ogni giorno – che è facile perdersi alcuni dei “grandi classici” della città. Dal ristorante indiano più antico degli Emirati a quello dove gustare ottima cucina indiana da oltre 38 anni, ecco una lista delle perle culinarie di Dubai che vale la pena provare.  

Joshi Restaurant Il più antico ristorante indiano di Dubai ancora attivo, Joshi è l’esempio perfetto della varietà e ricchezza della cucina Indiana offerta a Dubai. Nascosto in un angolo della movimentata Bur Dubai, il locale è ancora gestito dal proprietario originale, Kaku Maharaj, orgoglioso di aver preparato il catering di quasi tutti i matrimoni della comunità locale a partire dalla fine degli anni Sessanta.

  • Anno di Apertura: 1969
  • Dove: Meena Bazaar Pasto per due: AED 50 (circa 12 euro).
  • Da provare: Bombay Pav Bhaji (verdure cotte in una speciale miscela di spezie e servite con soffice pane indiano), Kachori (snack indiano a base di farina e ripieno di lenticchie gialle indiane e spezie)

Il Chicken Tikka Inn, un’altra alternativa di ottimo cibo indiano, è la catena di ristoranti grill più antica e di qualità degli Emirati Arabi Uniti. Il menù prevede piatti di carne grigliata marinata con le spezie della casa, deliziosi biryani (piatti a base di riso, spezie, carne, pesce, uova o verdure) e chutney davvero incredibili (misto di spezie, verdure e/o frutta). Non c’è quindi da meravigliarsi che l’attività si sia da allora ampliata a 9 ristoranti in tutta la città.

  • Anno di apertura: 1972
  • Dove: Nasr Square, Deira
  • Pasto per due: AED 100 (circa 25 euro)
  • Da provare: “Paratha puri” (una via di mezzo tra una focaccia azzima fritta – paratha – e del soffice pane fritto – puri)

The George and Dragon è un pub in stile inglese all’interno del più antico hotel di Dubai, l’Ambassador Hotel, situato al centro dello storico quartiere di Bur Dubai. Famoso locale della città per decenni, serve piatti tradizionali inglesi in un’atmosfera festiva, con tavoli da biliardo, bersagli per le freccette e schermi dove poter seguire lo sport in diretta. Il pub ha prezzi accessibili che non alleggeriscono troppo i portafogli: vale la pena fare una tappa in questa antica perla di Dubai solamente per l’ambiente molto “English retrò”.

  • Anno di Apertura: 1972
  • Dove: The Ambassador Hotel, Bur Dubai
  • Pasto per due: AED 180 (circa 43 euro)
  • Da provare: Chicken Tikka Masala

Il Karachi Darbar è perfetto per provare lo street food pakistano a costi contenuti, si dice infatti che questo locale sia stato il primo a proporre un menu originale pakistano a Dubai. Il ristorante è la quinta essenza dello street food di Karachi, famoso per i suoi deliziosi sapori esotici. Il locale serve anche prelibatezze tradizionali indiane e mughlai, apprezzate nel corso del tempo dalla famiglia reale, passando dagli squisiti ai saporiti Karachi Biryani.

  • Anno di apertura: 1973
  • Dove: Naif, Deira
  • Pasto per due: AED 60 (circa 15)
  • Da provare: Nihari (manzo speziato insaporito da una salsa a base di farina e accompagnato da pane naan preparato al momento)

Al Ustad Special Kabab: prima conosciuto come Special Ostadi, questo ristorante serve kebab a Bur Dubai da 39 anni. Affollato in qualsiasi giorno della settimana, propone un’ampia varietà di deliziosi piatti kebab, sempre accompagnati da riso o pane e da un piccolo contorno di salsa all’aglio in cui carne viene lasciata marinare. Non dimenticatevi di dare un’occhiata ai tavoli: sono decorati con banconote provenienti da tutto il mondo, firmate e lasciate lì dai clienti.

  • Anno di apertura: 1978
  • Dove: Al Mussalla Road, Bur Dubai
  • Pasto per due: AED 70 (circa 17)
  • Da provare: Joujeh kebab (bocconcini di pollo marinati in succo di limone e zafferano)

Capri Italian Grill: in questa carrellata non poteva mancare un ristorante italiano! Capri Italian Grill è stata la prima pizzeria degli Emirati Arabi Uniti, conosciuta da tempo per essere la sua ampia scelta di pizze e piatti italiani. Capri propone cucina italiana, comprese la tanto amata pizza dalla crosta sottile, le bistecche grigliate, pesce e frutti di mare ed altri noti piatti nostrani. Dall’atmosfera accogliente e dal fascino rustico, che stiate ordinando un panino da mangiare al volo per pranzo o una cena a tre portate, questo storico locale è unico e pittoresco come solo una trattoria italiana all’estero sa essere.

  • Anno di apertura: 1981
  • Dove: Zona del Dubai World Trade Centre
  • Pasto per due: AED 135 (circa 32 euro)
  • Da provare: pizza margherita, pane al formaggio e all’aglio

La varietà dei piatti alpini più amati preparati dallo chef Marcel Korpuka è ciò che attrae i clienti al Der Keller, dove il cibo è come un pasto sano cucinato a casa. Sebbene abbia subito un restyling, gli allettanti sapori continuano a far ritornare chi è alla ricerca di piatti tradizionali tedeschi preparati con ingredienti freschi di stagione. Del resto perché non mangiare tedesco a Dubai??

  • Anno di apertura: 1977 (ristrutturato nel 1997 e nel 2015)
  • Dove: Jumeirah Beach Hotel (era il Chicago Beach Hotel fino al 1997)
  • Pasto per due: AED 350 (circa 84 euro)
  • Da provare: Wiener Schnitzel mit Preiselbeeren und Bratkartoffeln (scaloppine di vitello impanate accompagnate da mirtillo rosso e patate al forno)

Il Fish Market, premiato ristorante di pesce a Dubai e ispirato ai mercati della Thailandia, ha fin dai suoi primi giorni regnato indiscusso sulla scena emiratina. Affacciato sul Dubai Creek (Khor Dubai) dal lato di Deira, il ristorante offre una vasta selezione di pesce fresco esposto su un letto di ghiaccio e permette ai suoi clienti di scegliere il metodo di preparazione e le salse di accompagnamento, come il curry rosso tailandese, il curry giallo e la salsa rossa piccante. I cocktail tropicali e i dessert esotici aggiungono un tocco in più alla loro cucina.

  • Anno di apertura: 1989
  • Dove: Radisson Blu Hotel, Dubai Deira Creek
  • Pasto per due: AED 350 (circa 84 euro)
  • Da provare: Gamberi tigrati giganti grigliati; filetto di rombo grigliato con erbe fresche

Fajitas di pollo e bistecca, quesadilla, contorni di fagioli neri e riso è ciò che ci si aspetta da un Tex-Mex, ma al Pancho Villa’s le pietanze a base di curry e il pollo tandoori sono un valore aggiunto, così come il gruppo musicale russo che si esibisce ogni settimana, le serate in cui i clienti salgono sul palco e gli spettacoli di danza del ventre. Insomma un circo di sapori e generi musicali mescolati in un’unica location.

  • Anno di apertura: 1984
  • Dove: The Astoria Hotel, Bur Dubai
  • Pasto per due: AED 200 (circa 48 euro)
  • Da provare: Pollo tikka