Ascrea: la sagra delle fettuccine ai funghi porcini

ASCREALa Sagra delle fettuccine ai funghi porcini torna puntuale domenica 6 agosto con un doppio appuntamento con il gusto – a pranzo e a cena – nel borgo a più di 700 metri di altezza, dal quale si può ammirare il lago del Turano in tutto il suo splendore.

La festa mosse i primi passi quasi per gioco, a metà degli anni 80’, come una sorta di spaghettata fra gli abitanti per la grande disponibilità di funghi porcini nella zona; oggi la Sagra è diventata una delle manifestazioni più importanti dell’intera Valle, e ogni anno chiama a raccolta migliaia di fedeli amanti del prelibato primo piatto. Questa amatissima specialità – dal gusto inconfondibile e dalla polpa bianca che non cambia colore né all’aria né al tocco – cresce abbondante nei boschi di Ascrea sin dalla notte dei tempi: già apprezzati dagli Antichi Romani, che li chiamavano “suillus” per loro aspetto massiccio, saranno il condimento ideale delle fettuccine fatte in casa, da accompagnare con bruschette, salsicce, fagioli e un buon bicchiere di vino del posto.

La distribuzione dei pasti in una comoda tensostruttura coperta inizierà alle ore 12 ma già dalle 10 i visitatori potranno ammirare la mostra fotografica “Ascrea: tempi che furono, che sono, che saranno…”, oppure curiosare nella mostra degli attrezzi della civiltà contadina; non mancherà un comodo bus-navetta per raggiungere il paese dopo aver parcheggiato lungo la strada provinciale e in serata il divertimento sarà assicurato con la musica dal vivo.

Fresco d’estate e suggestivo d’inverno, Ascrea è un borgo dal fascino magico e sembra un presepe incastonato a mezza costa; al suo interno meritano una visita la Chiesa di San Nicola di Bari, edificata nel 1.252, che custodisce le tele dedicate al Santo e alla Madonna del Rosario, oltre ai resti dell’antico castello e alle mura della chiesa annessa sulla cui porta figura lo stemma dei Mareri, i conti ai quali fu venduto nei primi del ‘400. Chi volesse trascorrere qualche ora in più da queste parti potrà andare alla scoperta dei borghi che circondano i laghi del Salto e del Turano, oppure percorrere suggestivi itinerari dai quali si può godere di splendide vedute sul Terminillo, sul Monte Velino e sulle montagne che degradano verso la Capitale.

Info:
Data – 6 agosto
Località: Ascrea (Rieti)
info@fuoriporta.org